12 maggio 2012

Al Salone del Libro

Cari lettori, oggi per la prima volta sono stata al Salone del Libro di Torino. Il tema di questa 25^ edizione, la "Primavera Digitale", dedicata al recente ingresso della tecnologia nel mondo dell'editoria e della lettura, non poteva lasciarmi indifferente!
Sono una Kindleana (!) convinta da più di un anno, e sebbene anch'io, come tanti detrattori degli e-reader, ami tenere fra le mani un libro di carta, annusare le parole fra le pagine, rimirare quelle opere d'arte che a volte sono le copertine, trovo che il fascino della lettura digitale sia impareggiabile. Il peso scarsissimo, la comodità di tenere in mano una biblioteca intera, il comfort indescrivibile per i nostro occhi in qualsiasi condizione atmosferica sono vantaggi ai quali non saprei più rinunciare. Per la prima volta anche il Salone ha voluto aprire le porte alla rivoluzione, ed erano decine e decine i visitatori assembrati intorno allo stand di Amazon.

Il Salone mi ha stupito per la sua grandezza, per la varietà degli editori partecipanti e per la dimostrazione che gli italiani che amano i libri sono più di quanti ci immagineremmo. Mi ha lasciato un po' con l'amaro in bocca la scarsità degli sconti/promozioni, a testimonianza del fatto che l'editoria italiana è in forte crisi e probabilmente non è disposta a rinunciare a pochi euro nemmeno a beneficio dei suoi appassionati utenti... Forse una politica più aperta gioverebbe di più anche agli editori stessi. L'unico stand veramente conveniente (e infatti affollatissimo!) è stato quello del Libraccio, dove una immensa scaffalatura offriva grandi titoli - talvolta usati, talvolta remainders, al 50%. Ho trovato due libri in offerta che aspettavo da tempo di poter comprare, e che sono stati il coronamento di una visita bellissima! Sono Romancing Miss Brontë e La torre dei sussurri. Non vedo l'ora di leggerli per poi poterveli raccontare!


Nessun commento:

Posta un commento